La nostra strumentazione

Altre Prove: Densità, Umidità poliammidi, Lettura Colore

Altre Prove: Densità

Il Laboratorio è attrezzato per eseguire misure di densità sia su pezzi stampati che su granulo (ISO 1183 metodo A e B).

La misura di densità viene espressa come peso per unità di volume e la misura viene eseguita a temperatura controllata di 23 °C.

 

Campi di applicazione:

• Può essere utilizzata per identificare un materiale;

• Indicazione sulla densità media di manufatti;

• Verifica cambiamenti di densità dovuti a perdite di plastificanti, assorbimento di solventi o sostanze a contatto con il materiale;

• Determinazione presenza elastomeri e inquinanti.

 

Altre Prove: Umidità per poliammidi

Nel campo delle materie plastiche la determinazione della presenza di umidità in un polimero, soprattutto nel caso di polimeri fortemente igroscopici come ad esempio le poliammidi, è di fondamentale importanza.

Nel caso di polimeri sopratutto quelli fortemente igroscopici i processi di trasformazione devono avvenire con minimi contenuti di acqua nel polimero stesso, per evitare variazioni nelle proprietà finali del manufatto.

La valutazione del contenuto di umidità è infatti molto importante come controllo qualità sulle materie prime in entrata.

Fra tutti i metodi disponibili per la sua determinazione, quello secondo Karl Fischer è sicuramente il più versatile ed efficiente a raggiungere lo scopo. È un metodo molto sensibile, capace di rilevare tracce di acqua in un campione fino a poche parti per milione.

Lo strumento lavora sulla base di un processo elettrolitico, andando a misurare il contenuto di Iodio generato stechiometricamente in funzione del contenuto di acqua nel campione.

 

 

Altre Prove: Lettura colore spettrofotometro Hunterlab

Lo spettrofotometro a doppio raggio HunterLab ColorQuest/XE permette di ottenere una valutazione del colore di manufatti e/o provini stampati in due modalità: riflessione e trasmissione.
L'informazione ottenuta dalla lettura colore è particolarmente utile per coloro che vogliono confrontare il colore ottenuto sul proprio manufatto con uno standard di riferimento, oppure per coloro che vogliono individuare variazioni cromatiche dopo un periodo di esercizio del materile, variazioni di colore che possono essere legate ad esempio a degradazioni dovute ai raggi UV.

top
 

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti anche con finalità commerciali. Continuando a navigare o accedendo a un qualunque elemento del sito senza cambiare le impostazioni dei cookie, accetterai l’utilizzo dei cookie.
Le impostazioni dei cookie possono essere modificate in qualsiasi momento utilizzando il link Privacy Policy presente nel sito, dal quale è possibile negare il consenso all'installazione di qualunque cookie.

Accetto